Informazioni personali

La mia foto
Sotto uno strato di educazione e annesso scetticismo, appariva lo sguardo malinconico e vagante di un essere i cui pensieri scivolavano di continuo in un mondo alternativo e assai meno concreto. In maniera confusa e persino un po’ vergognosa, pareva intenta a cercare, nel turbinio di questo mondo, qualcosa che impregnasse di senso la sua piatta esistenza. E, forse per via dell’epoca in cui viveva, questo desiderio di autotrascendenza era giunto a identificarsi con l’idea della perfezione.

giovedì 8 ottobre 2009

.

Ha Ragione. Non sono guarita. Quel 56 Sulla bilancia mi ha fatto tornare la voglia di diventare sempre piu leggera.
ha ragione. e questo fa male. ma non lo accetto quel numero. perchè devo rassegnarmi a ciò che sono quando posso migliorare.
dicono tutti "la ciccia è bella" ma alla fine scelgono le fisicate.
Voglio anke io la mia parte di paradiso.




Ma Quale Capitano?
io Mi Sento Piccola piccola piccola piccola..

1 commento:

  1. La tua parte di paradiso puoi trovarla solo dentro di te, non ti verrà dall'esterno e men hce meno dagli altri...
    No, non si guarisce. Non si guarisce mai. Ma si può combattere per tutta la vita. E questa è la più grande delle vittorie.
    Come si comincia? Buttando via la bilancia, per esempio... senza lasciare che sia un numero a definirti e a condizionare il tuo umore... ma aprendo il tuo sguardo a tutto quello che di bello hai intorno e di cui magari in questo momento non ti rendi conto...

    RispondiElimina